Perché il viaggio in solitaria per le donne è il modo migliore di viaggiare:
5 consigli di benessere per trovare il proprio “Zen on the Road”!

31 lug 2023 · 7 minuti di lettura

Perché il viaggio in solitaria per le donne è il modo migliore di viaggiare: 5 consigli di benessere per trovare il proprio “Zen on the Road”!

“Viandante, non esiste il sentiero, costruisci il tuo sentiero camminando.”
-Antonio Machado.

Non c'è dubbio che i viaggi in solitaria per le donne siano sempre stati un'esperienza che cambia la vita. E indovina un po'? Sono costantemente aumentati nel corso dei secoli! Dalla coraggiosa Jeanne Beret, che nel 1776 divenne la prima avventuriera pioniera della storia, travestendosi da uomo per esplorare il mondo, all'incredibile Cassie DePecol, che nel 2019 ha stabilito il Guinness World Record come la donna ha viaggiato in 196 Paesi nel minor tempo. È chiaro che viaggiare in solitaria è una delle avventure più emozionanti che una donna possa intraprendere. Quindi, se vi è venuta voglia di viaggiare, questo articolo è fatto apposta per voi! Preparatevi a lasciarvi ispirare da straordinarie viaggiatrici e a raccogliere alcuni consigli utili per la vostra prossima, straordinaria avventura. Siete pronte a spiegare le ali e a intraprendere il vostro prossimo viaggio da sole? Partiamo!

Donne viaggiatrici: perché viaggiano da sole?

Molte fonti di ispirazione hanno incoraggiato le donne a uscire dalla loro zona di comfort per attraversare i confini, visualizzando il percorso nella loro mente prima di mettersi in viaggio. Quindi, tutta quella forza, coraggio e immaginazione sono chiaramente apprezzati al giorno d'oggi nel settore dei viaggi in solitaria al femminile.

Secondo una ricerca di RV e Playa, il 64% dei viaggiatori in tutto il mondo è di sesso femminile.1 Tuttavia, al di là dell'aumento vertiginoso del numero, ciò che affascina è il motivo per cui scelgono di viaggiare da sole. Solo Female Travel Trends & Statistics2 riporta che le donne viaggiano da sole soprattutto perché lo desiderano, non perché non abbiano un compagno. Altri motivi sono la libertà e la flessibilità (87%), la rottura della routine (83%) e la sfida con se stesse (76%). Ecco una lista di fatti interessanti:

  • Tra i migliori viaggi in solitaria per le donne, sono stati scelti il Giappone, l'Islanda, la Danimarca, la Slovenia, la Nuova Zelanda e il Portogallo.3 Tuttavia, i posti migliori per il primo viaggio in solitaria sono Spagna, Italia e Regno Unito.
  • Tre donne su quattro scelgono viaggi culturali, nella natura e viaggi avventura come attività preferite.4
  • Ciò che le preoccupa maggiormente è la sicurezza personale. Sebbene i dati raccolti sugli atti di violenza ai danni di donne che viaggiano da sole siano scarsi, la sicurezza dovrebbe sempre essere la priorità di una donna che viaggia da sola.5

La magia dei viaggi in solitaria: solitarie ma mai da sole

Anche dopo innumerevoli secoli, il fascino delle donne che viaggiano da sole, con il loro incredibile coraggio, è rimasto forte.

Cominciamo con Jeanne Baret, considerata la prima donna a fare il giro del mondo. Nel 1766 intraprese un audace viaggio travestita da uomo, avvolgendosi il petto con bende e assumendo una nuova identità.6 A proposito di donne moderne e audaci! Ha sfidato senza paura le norme di un mondo dominato dagli uomini, navigando nei mari insidiosi a bordo di un veliero del XVIII secolo. Come botanica e scienziata francese, intraprese un viaggio pericoloso che non solo diede alla sua vita uno scopo più profondo, ma soddisfece anche il suo bisogno di avventura.

Durante la sua spedizione, esplorò gli angoli più remoti del globo, raccogliendo oltre 6.000 esemplari di piante e sfidando le aspettative sociali imposte alle donne dell'epoca.7 Passiamo a un'altra viaggiatrice, questa volta più vicina ai giorni nostri: Lori GS Gámiz. Anche questa donna moderna si è avventurata da sola in tutti i continenti e ha viaggiato per oltre 20 anni. Come insegnante di inglese e traduttrice, ha affrontato le sfide che le si presentavano, come combattere la febbre dengue mentre lavorava con i bambini in Asia e sopportare giorni di solitudine in un ospedale. Ha persino subito un terrificante morso da un cavallo, ma nulla è riuscito a dissuaderla dal perseguire i suoi sogni e dal lasciarsi andare alla gioia del viaggio.

Nonostante i secoli che separano queste donne straordinarie, esse condividono tratti comuni: coraggio, fiducia, resilienza e uno spirito incrollabile. Vale la pena notare che nessuna delle due ha raggiunto la fama in vita. Tuttavia, come migliaia di altre impavide esploratrici, hanno trovato il vero appagamento nel viaggiare da sole, nel trionfare sulle avversità e nell'affrontare con passione le avventure della vita.

5 importanti consigli per il benessere per viaggiare in solitaria

Indipendentemente dal secolo in cui ci troviamo, seguire determinate raccomandazioni è sempre stata una questione di grande importanza. Quindi, se siete desiderose di intraprendere una nuova avventura o semplicemente di migliorare la qualità dei vostri viaggi, esploriamo insieme alcuni consigli di viaggio per il benessere!

Non ci soffermeremo sui consigli più comuni, come fare valigie leggere, informarsi sulla cultura locale, fare nuove amicizie o dare priorità alla sicurezza, perché su questi argomenti si possono trovare informazioni in abbondanza un po’ ovunque. Spostiamo invece l’attenzione sul benessere:

  1. Perdersi per davvero, senza alibi: “Viandante, non esiste il sentiero, costruisci il tuo sentiero camminando.” Come suggerisce il poeta spagnolo Antonio Machado, perdetevi profondamente e fidatevi del vostro istinto. Questo non significa non pianificare il viaggio; al contrario, significa godersi a fondo ciò che si è programmato, fare nuove esperienze e risvegliare al massimo i propri sensi.
  2. Coltivare l'umiltà: prendete spunto da Jessica Nabongo,9 la prima donna di colore a visitare tutti i Paesi del mondo all'età di 35 anni. In un'intervista al National Geographic, sottolinea l'importanza dell'umiltà. Essa ci permette di entrare in contatto con persone di ogni estrazione sociale, come sottolinea Nabongo, “che si tratti di una persona seduta sul pavimento di un mercato locale o dell'amministratore delegato di un hotel di lusso”. Vedendo gli altri come esseri umani, attiviamo l'empatia e ci apriamo ad accogliere e comprendere realtà diverse.
  3. Praticare la cura di sé: intraprendere un'avventura può essere emozionante, ma percorrere strade sconosciute può anche essere stressante. Prendersi un momento per sintonizzarsi con i propri bisogni e dare priorità alla cura di sé può essere la chiave per un viaggio davvero trasformativo. Perciò, chiediti: dormo bene? Mangio bene? Di cosa ho bisogno adesso?
    A volte, nell'eccitazione del viaggio, dimentichiamo di prenderci cura di noi stessi. Rimanere idratati, indossare la protezione solare anche in inverno, mantenere la nostra routine di allenamento o fare un po' di stretching e ricordare di trovare dei momenti per entrare in contatto con noi stesse. Per esempio, soffermatevi ad ammirare una vista mozzafiato da un punto panoramico.
  4. Abbracciate la vostra crescita personale: una donna che viaggia da sola si mette costantemente alla prova mentre si immerge in un ambiente sconosciuto. Che si tratti di navigare in culture straniere, superare le barriere linguistiche o provare nuove attività, viaggiare ci spinge ad affrontare le nostre paure e a crescere come individui. Grazie a queste esperienze, acquisiamo una maggiore consapevolezza di noi stesse, sviluppiamo nuove competenze e scopriamo punti di forza di cui forse non conoscevamo l'esistenza. In definitiva, viaggiare può aiutarci ad aumentare la sicurezza in noi stesse, a diventare più adattabili e resistenti, meglio equipaggiate per affrontare le sfide della vita.
  5. In cerca di ispirazione? Non smettete di leggere: alcuni libri che sicuramente accenderanno il vostro spirito avventuroso includono “Alone Across the Arctic: One Woman's Epic Journey by Dog Team,” che racconta di un incredibile viaggio in solitaria nella natura selvaggia dell’Artico e “Mutant Message Down Under,” di Marlo Morgan, il racconto stimolante del viaggio di una donna nell'outback australiano. Per coloro che desiderano intraprendere le proprie vacanze in solitaria, “The Good Girl's Guide to Getting Lost”, di Rachel Friedman, offre preziosi spunti sul potere trasformativo del viaggio.

Uniamoci per condividere suggerimenti, storie e consigli, creando esperienze indimenticabili per le viaggiatrici in solitaria. Unitevi alla conversazione e ispiratevi a vicenda per intraprendere viaggi incredibili!

Condividi questo blog:


Bibliografia

  1. 40+Female Travel Statistics, 2023.,Bradley Williams, 27 marzo 2023. RV and Playa, 64% of travelers worldwide are female. https://www.dreambigtravelfarblog.com/blog/female-travel-statistics#:~:text=The%20demographics%20of%20SoloTraveler%2C%20an,%25%20women%20and%2045%25%20men.&text=Female%20solo%20travel%20is%20becoming,solo%20travel%20community%20are%20women
  2. Solo Female Travel Trends & Statistics, Solo Female Travel Survey 2022, by Solo Female Travelers Club. https://www.solofemaletravelers.club/solo-female-travel-stats/
  3. Solo Female Travel Trends & Statistics, Solo Female Travel Survey 2022, by Solo Female Travelers Club. https://www.solofemaletravelers.club/solo-female-travel-stats/
  4. 40+Female Travel Statistics, 2023.,Bradley Williams, 27 marzo 2023. RV and Playa, 64% of travelers worldwide are female. https://www.dreambigtravelfarblog.com/blog/female-travel-statistics#:~:text=The%20demographics%20of%20SoloTraveler%2C%20an,%25%20women%20and%2045%25%20men.&text=Female%20solo%20travel%20is%20becoming,solo%20travel%20community%20are%20women
  5. Facts and figures: Ending violence against women, UN Women, febbraio 2022. Articolo ottenuto da: https://www.unwomen.org/en/what-we-do/ending-violence-against-women/facts-and-figures
  6. https://historia.nationalgeographic.com.es/a/jeanne-baret-primera-mujer-que-circunnavego-mundo_16297
  7. Jeanne baret, la primera mujer que circunnavegó el mundo. J. M Sadurní, 2021. National Geographic., printed versión.
  8. Jeanne baret, la primera mujer que circunnavegó el mundo. J. M Sadurní, 2021. National Geographic., printed versión.
  9. Viaje y Aventura. La aventurera Jessica Nabongo nos cuenta lo que ha aprendido tras visitar 195 países. Nora Wallaya, 2021. Articolo ottenuto da: https://www.nationalgeographic.es/viaje-y-aventuras/2021/02/conoce-a-la-aventurera-jessica-nabongo-que-ha-visitado-195-paises

Blog correlati